estatinsiena

EstatinSiena con il Cantiere Maestà e la grande mostra Siena dal ‘200 al ‘400

Un cartellone unico da giugno a settembre con gli eventi culturali del Comune, del Santa Maria della Scala e del polo musicale senese, con la novità dei Cortili in musica e lo spettacolo Michelangelo di Vittorio Sgarbi


EstatinSiena è il cartellone unico di eventi culturali promossi dal Comune di Siena da giugno a settembre, che raccoglie al suo interno anche gli eventi organizzati dal Santa Maria della Scala, dall’Accademia Musicale Chigiana, dal Siena Jazz e dall’Istituto “Rinaldo Franci”. EstatinSiena vede il prezioso contributo di Vernice Progetti Culturali, società strumentale della Fondazione MPS, e la collaborazione di The B SIDE Eventi.

Le tante novità ospitate in luoghi suggestivi, spesso sconosciuti, e gli immancabili appuntamenti dell’estate senese fanno da contrappunto a due grandi eventi di rilievo internazionale come l’apertura al pubblico del Cantiere Maestà e l’attesa mostra Siena tra ‘200 e ‘400. Collezione Salini.

Il Cantiere Maestà apre il 10 giugno per chiudere il 10 settembre ed offre la possibilità, unica ed irripetibile, di potersi avvicinare al capolavoro di Simone Martini a Palazzo Pubblico per ammirarlo a pochi centimetri di distanza, salendo sul ponteggio montato per i necessari lavori di manutenzione ed indagine storico-scientifica. L’ultimo restauro è stato eseguito 25 anni fa e passerà molto tempo prima di poter tornare a guardare la Maestà “negli occhi”. La visita, a piccoli gruppi, sarà su prenotazione e prevede l’utilizzo di caschi protettivi.

L’altra grande occasione è la mostra Siena tra ‘200 e ‘400. Collezione Salini, dove saranno esposte le opere di una delle più importanti raccolte private di arte senese al mondo. Grazie al mecenatismo dell’architetto SimonPietro Salini, l’Amministrazione comunale, dal 15 giugno al 15 settembre, offrirà al pubblico una eccezionale mostra che narra l’apice della storia senese attraverso l’evoluzione della sua arte dal Duecento al Quattrocento. Saranno esposte a Palazzo Pubblico, nel suggestivo scenario dei Magazzini del Sale, le opere di alcuni degli artisti senesi più illustri: da Duccio a Giovanni Pisano, i Lorenzetti, Simone Martini, Jacopo della Quercia, Sassetta, Francesco di Giorgio e molti altri. Più di ottanta opere, alcune mai esposte prima, per celebrare il genio creativo di Siena, oltre a rari pezzi tra oreficerie, maioliche e arredi. Per volontà del collezionista la mostra sarà a ingresso gratuito, salvo un’offerta libera da destinare ad un’opera di beneficenza e al restauro di opere d’arte e monumenti (anche delle zone terremotate dell’Italia Centrale).

Oltre a queste due grandi iniziative, EstatinSiena offre un ricco paniere di appuntamenti per tutte le età e per tutte le esigenze, anche per i “palati” più raffinati. Arte, cinema, spettacoli, rassegne… tanti sono i “volti” di questa straordinaria estate senese, ospitati in vari luoghi della città, dalla Galleria di Palazzo Patrizi alla Fortezza Medicea, ma non solo.

Novità assoluta sono i Cortili in Musica, con alcuni splendidi cortili della città che si trasformano in spazi dove ascoltare ottima musica e reading d’autore. Una proposta rivolta soprattutto ai giovani, ma anche a chi vorrà avvicinarsi a melodie provenienti da varie parti del mondo e a generi musicali dai più vari timbri.

EstatinSiena propone anche un programma specifico per i due storici teatri cittadini e l’intramontabile Cinema in Fortezza.

Non poteva mancare l’omaggio al Maestro Cesare Olmastroni nella galleria a lui dedicata a Palazzo Patrizi, in compagnia di artisti senesi o legati da molto tempo alla città.

Da seguire con attenzione la parte dedicata alle rassegne e agli eventi con gli appuntamenti golosi di A spasso tra le ricette senesi (visite guidate dedicate a 8 ricette della tradizione culinaria senese a cura delle Guide Turistiche Federagit, Centro Guide e AGT), le visite guidate di #SienaFrancigena, gli appuntamenti di Arcobaleno d’Estate 2017, Nella Vecchia Fattoria con un villaggio rurale ricostruito nella fortezza medicea e tante altre opportunità.

Il primo settembre sarà invece a Siena Vittorio Sgarbi che, dopo lo straordinario successo dello spettacolo teatrale Caravaggio, condurrà il pubblico in un nuovo percorso esplorativo su Michelangelo Buonarroti fra storia dell’artista ed attualità del nostro tempo.

Siena è città di straordinaria bellezza e tradizione, ma l’ampliamento dell’offerta turistica nazionale ed internazionale rende necessario anche per noi organizzarsi al meglio per arricchire l’attrazione con iniziative, mostre, eventi culturali, spettacoli che poi rispondono anche alle aspettative della popolazione e dei tanti studenti universitari. Il cartellone che abbiamo costruito è ampio e variegato e ci sono opportunità davvero per tutti i gusti e le sensibilità” afferma il Sindaco Bruno Valentini.

Quest’estate 2017 è una stagione fortunata dal punto di vista culturale per Siena. I due grandi eventi del cantiere della Maestà e della mostra Salini la connotano a livello internazionale – spiega l’Assessora alla Cultura Francesca Vannozzi – e ad essi si sono aggiunte le novità dei concerti nei cortili, i consueti appuntamenti estivi e alcune “chicche”, come lo spettacolo di Sgarbi. Il tutto fa EstatinSiena, una proposta che solo una città raffinata e già di per sé di grande vocazione artistica poteva proporre al suo variegato pubblico”.

Il cartellone unico per l’estate degli eventi del Comune di Siena è uno strumento utile per comunicare a residenti e turisti una programmazione varia pensata per target diversi, in grado di rivolgersi sia ai bambini, con eventi come Nella Vecchia Fattoria in Fortezza, sia agli appassionati di arte, con la grande mostra Siena dal ‘200 al ‘400 ed il Cantiere Maestà, a cui si aggiunge la programmazione musicale che animerà molte serate estive” sottolinea l’Assessore al Turismo Sonia Pallai.

Vernice Progetti Culturali sostiene con favore questa tipologia di iniziative, fornendo il proprio contributo in termini di risorse umane, ricche di competenze, professionalità e capacità. Con EstatinSiena si consolida la proficua collaborazione tra Fondazione MPS e Comune, che ha già dato ottimi risultati con Siena Città Aperta, con l’auspicio che continui anche in futuro nell’interesse della città” conclude Marco Forte, Amministratore Unico di Vernice Progetti Culturali.