RINNOVATIok_large

Un cartellone ricco ed eterogeneo per i Teatri di Siena 2017/18

Con oltre sessanta aperture di sipario inizia, dal prossimo 28 ottobre, la nuova stagione 2017/2018 dei Teatri di Siena, presentata martedì 3 ottobre durante la conferenza stampa che si è tenuta nel foyer del Teatro dei Rinnovati e alla quale sono intervenuti il sindaco Bruno Valentini; le assessore alla Cultura e all’Istruzione, rispettivamente Francesca Vannozzi e Tiziana Tarquini; il responsabile Area Comunicazione di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Daniele Stortoni; il delegato del Rettore agli studenti e alla cittadinanza studentesca dell’Università degli Studi di Siena, Alessandro Donati; la responsabile Servizio Relazioni Media di Banca Monte dei Paschi di Siena, Chiara Galgani.

Un progetto di grande respiro dell’Amministrazione comunale insieme a Fondazione Toscana Spettacolo onlus, articolato in sette sezioni, che guarda con coraggio e competenza a tutti gli spettatori, quelli abituali e coloro che vogliono avvicinarsi per la prima volta al teatro.

<<La magia del teatro, con le sue forme e i suoi linguaggi – ha introdotto il sindaco Valentini – torna ad allietare le serate senesi nei due luoghi cittadini deputati e prestigiosi come il Teatro dei Rinnovati e il Teatro dei Rozzi, che proprio quest’anno ha celebrato i 200 anni dalla sua inaugurazione. La collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo si conferma, anche per questa edizione, efficace e vincente, così come la sinergia con l’Università degli Studi per il consolidamento della rassegna Rinnòvati Rinnovati e la realizzazione degli incontri pubblici con gli artisti. Ancora una volta, gli appuntamenti della stagione teatrale costituiranno uno dei principali punti di forza dell’offerta culturale complessiva di Siena>>.

Gli otto titoli della prosa delle grandi produzioni nazionali, i due appuntamenti con la più affascinante danza internazionale, le sei serate con la musica giovane e colta di Rinnòvati Rinnovati, le due rassegne – Siena Danza e Siena Teatro – vetrine della produzione “spettacolare” senese con ben tredici titoli, le visioni contemporanee, quattro modalità di fare teatro per i più giovani, fino ai cinque appuntamenti dell’amatissimo teatro ragazzi di Fa… volare compongono un cartellone ricco, preciso e esaustivo per una capitale culturale come Siena.

Terminerà alla fine di maggio questa nuova stagione teatrale, ancora e come sempre occasione per incontrare autori contemporanei, tematiche di attualità, grandi classici, il musical e la danza, e tutto come nella solida tradizione dei Rinnovati e dei Rozzi. Interpreti e protagonisti sono, fra gli altri, Emilio Solfrizzi, Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi, la Compagnia della Rancia, Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere, Claudio Bisio e i personaggi di Michele Serra, la compagnia De Filippo, una inedita Asia Argento e l’omaggio a Don Milani. E il flamenco della premiatissima compagnia di Patricia Guerrero, la professionale e dissacrante proposta del grande repertorio classico dei Chicos Mambos. I giovani avranno occasione per sentire e vedere alcuni fra i protagonisti più di tendenza della scena musicale fra cui Maria Antonietta e La rappresentante di lista e ancora Dente in duo “poetico” con Guido Catalano, e tante esperienze artistiche, di prosa e di danza del territorio per finire con il teatro per ragazzi di Fa… volare.

<<Una nuova stagione ricca di appuntamenti interessanti – ha aggiunto l’assessora Vannozzi – e articolata su un cartellone eterogeneo che intende rivolgersi a pubblici di tutte le età. Se gli spettacoli di prosa e di danza costituiscono, da sempre, la colonna portante della stagione dei Teatri di Siena, così come Fa… volare consolida il suo rapporto di lunga data con le famiglie, le sezioni Visioni Contemporanee e Rinnòvati Rinnovati guardano principalmente alla fascia giovanile e studentesca con produzioni originali. Altrettanto innovativa la proposta delle compagnie di danza e di teatro locali che, con le rassegne Siena Danza e Siena Teatro, renderanno omaggio al Teatro dei Rozzi. Infine, in forma complementare rispetto al momento scenico della rappresentazione, la stagione offre anche una serie di incontri pubblici e con le scuole, alle quali saranno inoltre specificatamente rivolti alcuni spettacoli mattutini>>.

PROSA (otto spettacoli)

Il cartellone si apre con Il Borghese Gentiluomo, la commedia molieriana diretta da Armando Pugliese con Emilio Solfrizzi. Poi l’ironia è al centro di Nudi e Crudi, con Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi. A seguire, La Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, che porta in scena Grease, un classico del musical anni ’70 mentre Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere sono i protagonisti de Il Padre, dramma moderno diretto da Pietro Maccarinelli. Il rapporto padre/figlio è l’elemento attorno a cui ruotano le riflessioni di Claudio Bisio/Michele Serra in Father and Son. La Compagnia di Teatro di Luca de Filippo porta a Siena la grande commedia napoletana con Questi fantasmi, resa celebre dal film del 1954 con Vittorio Gassman e Sophia Loren. Filippo Dini è regista e coprotagonista di Rosalind Franklin – il segreto della vita, la storia di questa famosa scienziata che per prima fotografò un campione di dna, qui interpretata da Asia Argento.

DANZA (due spettacoli)

Con Catedral si apre la stagione di danza: spettacolo di punta dell’ultima Biennale di Flamenco di Siviglia, è un progetto che lega il flamenco, genere di danza fra i più amati, a una riflessione sulla condizione della donna nella nostra società. La compagnia francese Chicos Mambopropone uno spettacolo che fin dal titolo, Tutu, racchiude l’essenza della danza: sei eccellenti ballerini mettono al servizio della parodia la loro preparazione tecnica attraverso una ventina di brani che passano in rassegna tutte le possibili evoluzioni del ballo.

VISIONI CONTEMPORANEE (quattro spettacoli)

Fare teatro per i più giovani è l’obiettivo della rassegna Visioni Contemporanee: quattro appuntamenti, sempre all’insegna della qualità, al Teatro dei Rozzi.

Il primo, un omaggio a Franco Fortini del quale quest’anno ricorre il centenario della nascita, è Il soldato, un suo testo sulla Liberazione. Poi, lo spettacolo vincitore del progetto In-Box, Vania, rilettura di uno dei capolavori di Cechov. Quindi la rivisitazione del mito di Edipo, al centro del nuovo spettacolo di Oscar De Summa, La Cerimonia. Chiude la rassegna Dr. Nest, prima nazionale del nuovo allestimento dell’amata Familie Flöz, dedicata al duecentesimo anniversario della fondazione dell’Ospedale Psichiatrico San Niccolò.

RINNÒVATI RINNOVATI (sei spettacoli)

Maria Antonietta La rappresentante di lista arrivano al Teatro dei Rinnovati per aprire la rassegna dedicata agli universitari senesi, con una serata ad alto tenore rock. Poi, una data del tour di Botanica, il nuovo progetto dei Deproducers. Segue uno spettacolo inedito tra poesia e musica con, per la prima volta insieme, il cantautore Dente e Guido Catalano, poeta e scrittore di successo. Successivamente Ghemon, rapper e  cantautore italiano che presenta il suo nuovo Mezzanotte. E ancora, con il progetto Acoustic WorldEnzo Avitabile, un immancabile classico. Infine Novilunio di Maria Mazzotta e Redi Hasa, progetto d’esordio di uno straordinario duo che unisce diverse tradizioni musicali.

<<Dopo il successo dello scorso anno con tutte le date sold out – ha affermato Alessandro Donati – ritorna Rinnòvati Rinnovati, un cartellone musicale costruito su un percorso culturale di innovazione e ricerca sonora, concepito per venire incontro ai gusti degli studenti universitari che hanno le antenne sintonizzate su artisti inizialmente poco conosciuti al grande pubblico ma che poi esplodono dopo anni. Il caso più emblematico è quello di Brunori sas, ex studente del nostro Ateneo, che, semisconosciuto, aprì la prima stagione della rassegna per poi diventare famosissimo, scalando le vette di tutte le classifiche nazionali. Pensato da Fiorino Iantorno, responsabile del Progetto Cittadinanza Studentesca, Rinnòvati Rinnovati è la dimostrazione di come gli universitari siano una ricchezza culturale per la città anche in ambito musicale>>.

<<Con il sostegno alla rassegna Rinnòvati Rinnovati, la Banca Monte dei Paschi di Siena –  ha aggiunto Chiara Galgani – ha deciso, anche quest’anno, di dare un contributo concreto a un cartellone teatrale capace di mettere in scena generi artistici differenti, coniugando tradizione e innovazione. Un progetto che fa della contaminazione dei linguaggi e della libertà di espressione il suo punto di forza, perché il teatro, la musica e i giovani sono sinonimo di cultura e di futuro. Concetti condivisi da MPS, da sempre attenta alla promozione delle iniziative culturali che portano un valore aggiunto a tutta la comunità, e che creano un’opportunità per la città di Siena e per il suo territorio>>. 

SIENA TEATRO (nove spettacoli) / SIENA DANZA (quattro spettacoli)

Il Teatro dei Rozzi si apre alla globalizzazione, ai grandi personaggi storici, alla letteratura e ai temi di attualità italiana e internazionale grazie alla prosa di Associazione culturale Opificio Badesse (Giorni senza luna), Aresteatro (Il Turco in Italia), Collettivo Teatro Siena (The Brides Reloaded)Associazione culturale Sobborghi onlus (Le favole nel teatro), LaLut/Cooperativa sociale Valle del Sole (Straniero), Ensarte/Compagnia Teatro Arrischianti (Il marciapiede dei numeri dispari), Teatro2 (Sarah e Victor), Topi Dalmata (Acqua liofilizzata), Egumteatro (Le storie degli altri). E alla danza delle compagnie Consorzio Coreografi Danza d’Autore/Compagnia Francesca Selva(Mercy), Motus (Dis-Crimine), Adarte (Plastic People), Balletto di Siena (Il lago dei cigni).

TEATRO RAGAZZI (cinque spettacoli)

Come da tradizione per i ragazzi (e i genitori che li accompagnano) viene riproposta la rassegna FA…VOLARE. Cinque spettacoli scelti tra le produzioni più qualificate del settore, (Studio Ta-Daa, Accademia Perduta, Crest, Giallo Mare Minimal Teatro, Teatro Gioco Vita) da gennaio a marzo con storie originali, riletture di classici e omaggi musicali: Controvento-UpwindIl gatto con gli stivaliBiancaneve, la vera storiaLa fiaba della principessa TurandotL’uccello di fuoco.

INCONTRI CON GLI ARTISTI

Quest’anno, con la consueta collaborazione dell’Università di Siena, il tema scelto è Teatro e scienza e prevede due conversazioni. La prima, dal titolo Cervello in fuga? vede protagonistiil professor Antonio Federico con Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere. La seconda, La scienza è femminileè condotta dal professor Francesco Frati e coinvolge Asia Argento e Filippo Dini.

ATTIVITÀ PER LE SCUOLE

Tutte connesse alla stagione dei Teatri di Siena, le attività formative per le scuole di Siena, prevedono un forte coinvolgimento dei ragazzi dalle elementari alle superiori. Laboratori pensati per una partecipazione attiva, garantiscono risultati di grande spessore, legati alla scrittura, alla messa in scena di drammaturgie specifiche e all’interlocuzione con gli attori e il loro lavoro sui personaggi.

Inoltre sono programmate tre matinée rivolte alle scuole, repliche straordinarie a prezzi molto contenuti (3 euro a ragazzo per gruppi di 10 studenti) de Il Soldato, Dr. Nest e dello spettacolo a conclusione del progetto “Prometeo Scatenato” con gli allievi del laboratorio teatrale dell’Università di Siena.

<<La collaborazione tra gli Assessorati alla Cultura e all’Istruzione – ha sostenuto Tiziana Tarquini – si rivela, anche su questo fronte, funzionale e proficua. Per la prima volta, la stagione dei Teatri di Siena ha messo in programma tre repliche mattutine dedicate agli istituti scolastici del territorio. Inoltre, l’attenzione nei confronti dei giovani e degli studenti porterà alla realizzazione di incontri su alcuni dei temi trattati nelle sceneggiature, oltre che di attività formative e di laboratorio. La programmazione è scaturita dalla collaborazione tra i due Assessorati nell’ottica di avvicinare gli studenti, fin dalla scuola primaria, alla conoscenza del teatro attraverso l’attività dei laboratori, utili allo sviluppo di un apprendimento esperienziale, e i matinée che propongono concetti ed ambiti di studio a partire dalle rappresentazioni>>.

La stagione dei Teatri di Siena 17/18 è sostenuta da Unicoop Firenze e realizzata con la collaborazione dell’Università degli Studi di Siena.