140627_guido_mencari_san_gimignano_nottilucente-468_WEB_1600

Gli unicorni della scena contemporanea: torna a Siena TeatrInScatola

Dal 15 ottobre la rassegna di Straligut Teatro

Apre “Pinocchio” di Zaches Teatro, poi Frosini/Timpano, Riserva Canini e tanti altri. Grande attesa per il concerto di Paolo Benvegnù

Il teatro è stupore, è meraviglia. E’ uno sguardo sul mondo che ha il potere visionario di mostrare quello che non c’è o di mettere in luce aspetti nuovi di quel che si pensava di conoscere bene. Una specie di magia che nasce dalla relazione unica che si crea nel buio di una sala tra spettatore e attore. Di questa magia parla l’edizione 2017 di TeatrInscatola, intitolata appunto “che cosa vedi?” e che sceglie di rappresentarsi visivamente con l’unicorno rosa origami che campeggia su manifesti e depliant. La rassegna di teatro e teatro ragazzi promossa da Straligut partirà domenica 15 ottobre e proseguirà fino al 10 dicembre tra Teatro dei Rozzi, Teatro del Costone e Casa dell’Ambiente di Siena.

Spettacoli e anteprime nazionali per adulti e ragazzi ma non solo. Quest’anno TeatrInscatola porta in città anche una affascinante commistione di musica d’autore e teatro con “H3+”, il concerto di Paolo Benvegnù. Un cartellone di grande qualità, un mix di conferme e scoperte del meglio della scena teatrale contemporanea. Apre la rassegna Zaches Teatro che con “Pinocchio” (15 ottobre ore 17.00 Teatro dei Rozzi) rivisita la celebre storia di Collodi catapultandoci in un’atmosfera tra sogno e realtà, un mondo capovolto dove non sono i pupaz zi a rappresentare gli esseri viventi ma gli esseri umani, gli attori, a rappresentare dei burattini. Grande attesa poi per “Acqua di Colonia” della Compagnia Frosini/Timpano che affronta il tema del colonialismo italiano, tra un passato che abbiamo rimosso e un presente che ci tiene svegli di notte come un incubo (21 ottobre 21.30 Teatro dei Rozzi). Per i piccolissimi c’è “Fiabe da tavolo”, lo spettacolo del Teatro delle apparizioni (29 ottobre ore 17.00 Casa dell’Ambiente): fiabe in valigia, evocate con oggetti, suoni, racconti e immaginazione. Poi Vicoquartomazzini con “Amleto FX”, selezione In-Box 2015 (4 novembre 21.30 Teatro del Costone): un grottesco assolo generazionale, un’indagine sulla moda del deprimersi dei nostri tempi. Uno spettacolo che parla di castrazioni tecnologiche, della mancanza dei padri, dell’attrazione verso la dissoluzione. Altra prima volta importante a Siena è quella di “Fa’afafine”, pluripremiato spettacolo (di Giuliano Scarpinato/CSS Udine/Teatro Biondo Palermo, che affronta in modo delicato e poetico il tema del terzo sesso attraverso la storia di Alex, un “gender creative child” e del suo giovane amore per Elliot (12 novembre ore 17.00 Teatro dei Rozzi). La rassegna continua poi con altri appuntamenti da non perdere: “Horror Vacui” di Maurizio Patella è uno di questi. Un’indagine paranormale vera all’85% come recita ironicamente il sottotitolo. Una storia di fantasmi che parte nella Genova del 1989 per riservare molti colpi di scena e sorprese “temporali” (16 e 17 novembre ore 21.30, Teatro del Costone). Con “Little Bang” torna a Siena anche Riserva Canini: uno spettacolo per bambini che è un viaggio alla scoperta delle origini dell’universo; lo spettatore viaggerà accompagnato dalla misteriosa figura di un demiurgo – unico narratore sulla scena e insieme manipolatore di tutti i personaggi che la abiteranno (26 novembre, ore 17.00, Teatro del Costone). Chiude la rassegna la prima assoluta della nuova produzione per ragazzi di Straligut Teatro, “Alberto”, l’avventura di un bambino introverso, silenzioso, neanche particolarmente bravo a scuola, che però suona il violino da quando ha 4 anni. Un bambino dislessico, estremamente curioso e con la testa piena di domande. Ed è proprio da dentro la sua testa che parte il viaggio degli spettatori alla scoperta di un limite che può diventare lo stimolo a migliorarsi (10 dicembre, ore 17.00, Auditorium Casa dell’Ambiente). Da non perdere, infine, il concerto di Paolo Benvegnù “H3+ Dai primordi della terra al mondo vegetale” (2 dicembre, ore 21.30, Teatro dei Rozzi). Le musiche e i testi di un grande cantautore rock fanno da tappeto sonoro ad una narrazione teatrale che sorprenderà e incanterà.

TeatrInScatola 2017 è realizzato da Straligut Teatro all’interno del progetto di Residenza Artistica “Up”, sostenuto dalla Regione Toscana con il contributo del Comune di Siena e del Comune di Monteroni d’Arbia. Sostegno inoltre da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, di Zurich Securitas di Trisciani e Bonucci, collaborazione con Nanaproject e DSU Toscana.

Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito www.straligut.it; per info e prenotazioni si può chiamare i numeri 371 1618585, 0577 374025 oppure scrivere a info@straligut.it. I biglietti degli spettacoli serali costano € 10 (intero) e € 8 (ridotto); quelli pomeridiani per famiglie hanno biglietto unico a € 5. Gli studenti universitari possono inoltre usufruire di una vantaggiosa promozione grazie alla convenzione stipulata con Dsu Toscana.