strada-di-certosa

NORME PARTICOLARI TEMPORANEE IN MATERIA DI CIRCOLAZIONE VEICOLARE in strada di Certosa

Vista la richiesta in atti (prot. int. n° P61/2018), finalizzata ad ottenere l’attuazione di norme
particolari temporanee in materia di circolazione veicolare in strada di Certosa, per spostamento
presa singola;
Considerata la necessità di adottare ogni misura utile a garantire la pubblica incolumità;
Accertati il carattere generale e il contenuto normativo del presente provvedimento e la
conseguente assenza di necessità della comunicazione dell’avvio del procedimento ai sensi
dell’art. 13, c. 1 della legge n° 241 del 7 agosto 1990 e ss. mm.;
Indicata l’efficacia del presente provvedimento come circostanziato nel dispositivo, salvo motivata
proroga o anticipazione del termine dei lavori rispetto alla scadenza;
Atteso che il presente provvedimento verrà reso noto mediante apposizione della prescritta
segnaletica e con pubblicazione all’Albo Pretorio on line;
Verificata la titolarità di regolare concessione prot. 9 del 23 gennaio 2018 rilasciata dall’ Ufficio per
il Sottosuolo;
Ritenuto accoglibile quanto richiesto, dando atto che il presente provvedimento viene adottato per
la salvaguardia della pubblica incolumità e per esigenze di carattere tecnico per la migliore riuscita
dell’attività di cui sopra;
Visti gli artt. 5 c. 3, 6, 7 c. 1 l. a e 37 c. 3 del c. d. s. (D. lgs. del 30 aprile 1992, n° 285) e ss. mm.;
Visto l’art. 74 del D. P. R. 495 del 16 dicembre 1992;

ORDINA

che per i motivi esposti in narrativa, dalle ore 8.00 di martedì 20 febbraio alle ore 18.00 di
venerdì 2 marzo 2018, siano attuate le seguenti norme particolari temporanee di circolazione:
• strada di Certosa (tratto compreso tra l’intersezione con via Gigli e il numero civico 6)
Divieto di sosta permanente con rimozione coatta.

DEMANDA

Al Richiedente la collocazione e la manutenzione della prescritta segnaletica.
Al Corpo di Polizia Municipale la vigilanza in ordine alla corretta esecuzione del presente
provvedimento.

AVVISA

Che in caso di mancata osservanza delle prescrizioni sopra dettate saranno applicate le sanzioni
previste dal D. lgs. 285 del 30 aprile 1992 e ss. mm.

INFORMA

Che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso amministrativo ai sensi
dell’art. 27 c. 3 del D. lgs. 285 del 30 aprile 1992 e ss. mm. al Ministro delle Infrastrutture e
Trasporti, che decide in merito, entro 60 giorni e con le formalità stabilite nell’art. 74 del D. P. R.
495 del 16 dicembre 1992.
Che, ai sensi dell’articolo 3 c. 4 della Legge 241 del 7 agosto 1990, il presente provvedimento è
impugnabile con ricorso giurisdizionale avanti il T. A. R. di Firenze entro il termine di 60 giorni
decorrenti dalla notifica o comunque dalla piena conoscenza dell’atto da parte dei destinatari,
ovvero con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni decorrenti dal
medesimo termine.
Fa carico a chi di dovere e per quanto di competenza osservare e far osservare quanto disposto
con la presente ordinanza.
I trasgressori saranno perseguiti ai sensi di legge.
Siena, dalla Residenza Municipale, 26 gennaio 2018

IL COMANDANTE IN S. V.
Cesare Rinaldi