Logo-Siena-Città-dello-Sport-2020

Sport e tempo libero nell’Italia contemporanea – Identità nazionale e locale a confronto

Convegno nazionale di Studi.

Siena 16-17 marzo 2018

La storia dello sport negli ultimi anni ha acquisito un notevole interesse all’interno della storiografia tradizionale aprendo così un nuovo filone di ricerca inaugurato con i contributi di Francesco Bonini, Antonio Lombardo, Daniele Marchesini, Antonio Papa e Guido Panico che hanno portato nuova linfa nel mondo della narrazione sportiva. A conferma di questo preme ricordare che nell’autunno del 2015 si è tenuto a Firenze, grazie all’intraprendenza di Marcello Marchioni e del Centro Studi sull’Educazione Fisica, il convegno annuale dell’European Committee for Sport History, un evento di portata mondiale che ha richiamato studiosi provenienti da tutto il mondo.

Un aspetto sicuramente positivo è che la storia dello sport sta richiamando l’attenzione di molti giovani studiosi che si stanno approcciando a questa tematica in modo innovativo aprendosi anche a collaborazioni con i maggiori centri di ricerca europei.

Per queste motivazioni la Fondazione Bianca Piccolomini Clementini Onlus si è fatta promotrice, all’interno delle iniziative promosse per sostenere la candidatura di Siena a Città Europea dello Sport 2020, dell’organizzazione di un convegno nazionale di studi sulla storia dello sport in Italia nel Novecento. L’obiettivo è quello di partire dal generale per arrivare ad analizzare nel dettaglio il fenomeno senese con le sue peculiarità che ne fanno un caso di riflessione affascinante. Parteciperanno all’iniziativa i maggiori storici dello sport italiani provenienti da tutte le aree geografiche della penisola. Attraverso il convegno si vuole offrire alla città un evento di altissima qualità scientifica che rientri però all’interno di quella che è comunemente chiamata come Public History, ossia un approccio alla narrazione storica aperto al grande pubblico che possa divenire quindi elemento attrattivo e stimolante.

Per questo motivo sarà organizzata una sessione sull’evoluzione dello sport a Siena organizzata e tenuta da giornalisti che come public historians che sarà ospitata nella “Sala degli Specchi dell’Accademia” dei Rozzi.

 

Programma

  

16 marzo 2018 – Siena, Palazzo Piccolomini Clementini

Ore 9.30 Saluti Istituzionali

 

Ore 10.00 –  prima sessione

Presiede

Maurizio Ridolfi (Università della Tuscia)

Francesco Bonini (Rettore dell’Università LUMSA di Roma)

Le Istituzioni sportive italiane nel Novecento

Paolo Gheda (Università della Valle d’Aosta)

Sport e legittimazione politica durante le prime fasi della Repubblica

Stefano Maggi (Università di Siena)

Trasporti e sport in Italia in età contemporanea

Tito Forcellese (Università di Teramo)

Le élite aristocratiche italiana tra sport e politica

Ore 15 – seconda sessione

Umberto Tulli (Università di Bologna)

L’Italia a bocca aperta: le Olimpiadi di Los Angeles 1984 e la modernità reaganiana

Fabio Bertini (Università di Firenze)

L’evoluzione del calcio nel Novecento

Claudio De Boni (Università di Firenze)

L’evoluzione del volley nel Novecento

Domenico Elia (Università di Chieti)

L’istituto nazionale per l’incremento dell’educazione fisica in Italia (1907-1912)

Giacomo Zanibelli (Universidad Carlos III de Madrid)

Scuola e sport in Italia dallo Stato Liberale al fascismo

 

Ore 17.30 Tavola Rotonda

17 marzo 2017 – Siena, Accademia dei Rozzi, Sala degli Specchi

Ore 17.30  Lo Sport a Siena nel Novecento. I giornalisti come public historians

 

Saluti

Filippo Tulli – Arcirozzo

 

Presentazione

Leonardo Tafani – Assessore allo Sport del comune di Siena

Paolo Gheda – Coordinatore della candidatura di Siena a città europea dello sport

Intervengono

Luca Luchini

Robur Siena. Iniziò tutto con una passeggiata

Roberto Morrocchi

Il volo. Dalla Serie A allo scudetto. Una città in amore con il basket.

Roberto Rosa

Lo sport al Costone dalla Fides al Baskin

Giacomo Zanibelli

La costruzione dello stadio di Siena

 

Modera

Andrea Sbardellati

 

Testimonial

Giovanni Malagò (presidente del Coni)

Gian Francesco Lupattelli (presidente Aces Europe)

Enrico Cimaschi (delegato Aces Italia)

Leonardo Tafani (assessore allo Sport comune di Siena)

Bruno Valentini (sindaco di Siena)

Marcello Marchioni (presidente Centro Studi sull’Educazione Fisica)