L’intelligenza artificiale al servizio del cittadino di Siena

Oggi, martedì 3 settembre, il Comune di Siena ha presentato il nuovo Servizio demografico della Pubblica Amministrazione

L’intelligenza artificiale al servizio del cittadino di Siena

Con Caterina la documentazione la invia l’assistente virtuale

Il sistema, realizzato per la prima volta in Italia, è sviluppato da QuestIT, azienda senese specializzata in soluzioni di AI, del gruppo The Digital Box

Si chiama Caterina, parla due lingue e interagisce con i cittadini per guidarli nelle pratiche amministrative del Comune di Siena. È stata presentata questa mattina, nella Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico, a Siena, la prima Assistente Virtuale dedicata al Servizio Demografico per supportare il cittadino in ogni fase della prestazione, fino all’invio della documentazione all’utente. Il nuovo sistema, pensato a 360 gradi per la prima volta in Italia e sviluppato con la piattaforma Algho, ha lo scopo di semplificare l’accesso alle informazioni relative ai servizi pubblici e la richiesta di documenti, come il cambio di residenza o il rinnovo della carta d’identità, fino all’invio digitale del documento richiesto, con valore legale. 

Il progetto pilota di Siena nasce dalla sinergia tra il Comune di Siena e QuestIT, azienda senese specializzata in soluzioni di Intelligenza Artificiale guidata dal presidente Marco Landi – ex COO (Chief Operating Officer) di Apple Computer – e parte del gruppo The Digital Box. La nuova tecnologia valorizza la sfida dell’amministrazione 4.0, con un prodotto specifico e innovativo realizzato su misura per la Pubblica Amministrazione, rivolto anche a persone diversamente abili e replicabile per altri servizi ed enti pubblici e privati. 

Le potenzialità dell’assistente virtuale del Comune di Siena. Da casa o dal proprio smartphone il residente non dovrà più sottoporsi ad estenuanti file e orari di apertura, ma avrà un dialogo diretto con l’assistente virtuale attraverso la piattaforma online messa a disposizione dal Comune di Siena e accessibile anche alle persone non udenti e non vedenti. Il sistema è realizzato in due lingue, italiano e inglese, con l’obiettivo di valorizzare la politica di integrazione per i residenti del Comune di Siena e facilitare i servizi ai cittadini stranieri e agli studenti dell’Università di Siena e dell’Università per Stranieri. 

Le fasi del servizio. Il servizio sarà attivo dal 1 novembre. È prevista una prima fase informativa, in cui le informazioni saranno inserite sul sito per la conoscenza di base dell’assistente virtuale. Questa prima fase di inserimento permetterà al cittadino di navigare correttamente nelle pagine di destinazione e fornire in seguito le informazioni per adempiere al compimento del servizio. A seguire, una fase integrativa permetterà al sistema di raccogliere le informazioni del cittadino e di effettuare il servizio. Il riconoscimento dell’utente avverrà attraverso lo Spid – Sistema Pubblico di Identità Digitale – che servirà per l’autenticazione del cittadino e per la consegna del documento online, automatizzando tutti i processi relativi ai servizi demografici del Comune di Siena. 

“Grazie alle tecnologie di Intelligenza Artificiale – spiega il Sindaco di Siena, Luigi De Mossi – Siena si fa apripista di un progetto che permette di coniugare innovazione tecnologica, burocrazia e facilità di accesso alle informazioni applicate alla Pubblica Amministrazione. Con la tecnologia della Digital Human Interface, infatti, l’assistente virtuale ha un volto e una voce, integrato a un sistema intelligente di raccolta dati che permetterà di reperire in breve tempo le informazioni richieste”. 

Questo progetto pilota ci dà l’occasione per conoscere una realtà diversa, quello dell’intelligenza artificiale, grado di aprire opportunità di lavoro e crescita per i giovani e per la nostra città.

“Il progetto Caterina – commenta Sara Pugliese, Assessore alle Politiche giovanili, pari opportunità, servizi informatici – pone il cittadino al centro dell’attività amministrativa. A guidarci in questo progetto è stata la voglia di un dialogo con il cittadino, per dare vita a un’interfaccia pratica anche per i meno esperti di tecnologia ma di facile gestione, con un progetto accessibile a tutti, dallo studente al cittadino fino agli utenti non udenti e non vedenti, con la possibilità della doppia lingua. Le risorse umane impiegate nei servizi demografici non ne risentiranno, ma verranno supportate nelle attività dall’assistente virtuale”.

“Con l’Assistente Virtuale realizzato per il Comune di Siena – dichiara Marco Landi, presidente di QuestIT – si inaugura un nuovo servizio, il primo in Italia, rivolto al cittadino. Grazie alle innovative tecnologie di QuestIT, il servizio comunale sarà più vicino alle persone, utilizzando un’interfaccia facilmente accessibile. Ma soprattutto niente più perdite di tempo, perché con il chatbot sarà possibile avere il servizio in tempi stretti senza uscire di casa. Oggi il cliente, grazie a servizi di acquisto online, è abituato ad avere risposte e consegne nel modo più veloce possibile. Se sempre più clienti cercano soluzioni smart di acquisto, perché non fornire lo stesso tipo di servizio al cittadino, attraverso un miglioramento delle prestazioni in ambito amministrativo? QuestIt vuole essere al centro di questa trasformazione, con tecnologie avanzate e sviluppate su misura per l’utente. Siena è il capofila di questo processo di trasformazione con cui si abbatteranno i tempi di attesa e si migliorerà la qualità di accesso ai servizi”. 

“Grazie all’impiego degli Assistenti Virtuali di Algho e delle tecnologie di QuestIT – commenta Ernesto Di Iorio, Amministratore Delegato di QuestIT – Siena punta a diventare una delle capitali dell’innovazione in Italia, portando avanti un sistema in logica di Smart City e multicanalità. La vera innovazione avviene solo quando grandi tecnologie sono messe a disposizione delle persone e questo connubio cambia il modo di vivere e pensare. È l’obiettivo che QuestIt porta avanti ogni giorno e che ha dato vita a questo progetto con sistema innovativo che punta a semplificare la vita alle persone unendo le nuove tecnologie e la pubblica amministrazione.”

Il profilo di QuestIT. QuestIT si occupa di realizzare soluzioni di Intelligenza Artificiale basate su tecnologie cognitive e di apprendimento automatico, supportando le aziende a dare valore ai propri dati e migliorandone i processi e l’organizzazione. L’azienda nasce nel 2007 come spin-off del gruppo di ricerca in Intelligenza Artificiale dell’Università di Siena, sotto la guida di Marco Gori, docente del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche. Nel 2016 viene acquisita dal Gruppo Internazionale The Digital Box, azienda specializzata nella progettazione e sviluppo di soluzioni di Intelligenza Artificiale per i settori della comunicazione, del marketing e del service aziendale, nata nel 2013 nella “Murgia Valley” tra Gravina in Puglia e Gioia del Colle, con sedi anche a Barcellona e Palo Alto, e grandi investitori come Mobyt, Atlantis Ventures e Macnil Gruppo Zucchetti. Con l’entrata in TheDB, QuestIT si inserisce come uno dei primi laboratori di innovazione di Intelligenza Artificiale italiani per lo sviluppo e ricerca software in ambito digitale. Nel 2019 l’azienda inaugura il Siena Artificial Intelligence Lab, il primo laboratorio congiunto di Intelligenza artificiale nel Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Siena. Algho è la piattaforma realizzata da QuestIT che consente di creare il proprio Asssitente Virtuale. Parla 9 lingue, sfruttando l’algoritmo più performante nella comprensione del linguaggio naturale ‘made in Italy’. Algho ha la capacità di integrarsi in tutte le fasi dei processi aziendali attraverso una semplice richiesta in linguaggio naturale, rendendo efficace l’acquisizione di informazioni dai database aziendali interni come avere a disposizione 24 ore su 24 il proprio Responsabile Amministrativo, il Sales Manager o il proprio Marketing Manager.

40 Condivisioni
Post suggeriti

Leave a Comment

X