Modifiche al regolamento sull’imposta di soggiorno

L’assemblea consiliare ha approvato alcune modifiche e integrazioni al Regolamento dell’imposta comunale di soggiorno, che entreranno in vigore dal prossimo 1° gennaio.

Come ha ricordato l’assessore al Bilancio Luciano Fazzi <<l’imposta è stata istituita con lo scopo di finanziare interventi in materia di turismo, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché per la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali, e i relativi servizi pubblici. Questa delibera  è tesa innanzi tutto a semplificare la gestione dell’imposta>>.

Tra i principali provvedimenti previsti si ricorda la riduzione del periodo di applicazione dell’imposta, l’esenzione per particolari categorie di utenti svantaggiati, la possibilità di stipulare convenzioni con gestori di portali telematici che gestiscono gli affitti brevi, la riscossione mensile dell’imposta.

<<Tali modifiche – ha proseguito l’assessore – si vanno ad aggiungere alla riduzione/omogenizzazione tariffaria già deliberata dalla Giunta che, oltre che a ridurre la pressione fiscale sugli operatori del settore turistico, favorirà anche la stipula di una convenzione con Airbnb, portale online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, con persone che dispongono di uno spazio extra da affittare, generalmente privati>>.

<<Si tratta di una modifica regolamentare utile alla razionalizzazione e all’adeguamento normativo per andare incontro alle esigenze delle strutture ricettive ed a migliorare il servizio di accoglienza e promozione turistica a Siena. Allo stesso tempo rappresenta il primo passo dell’Amministrazione verso una progressiva riduzione della pressione tributaria e fiscale promessa in campagna elettorale>>, ha concluso Fazzi.

3 Condivisioni
Post suggeriti

Leave a Comment

X