Al via la riorganizzazione dei servizi di raccolta dei rifiuti

Dal 18 Marzo anticipa di trenta minuti la raccolta porta a porta

L’Amministrazione ha intrapreso un percorso dedicato alla riorganizzazione dei servizi di raccolta dei rifiuti in tutto il territorio comunale, con l’obiettivo di incrementare le quantità di raccolta differenziata e, al contempo migliorare il decoro urbano, così da  garantire una migliore vivibilità e fruibilità della città.

<<In collaborazione con Ato Toscana Sud e con il gestore SEI Toscana – informa l’assessora all’Ambiente Silvia Buzzichelli –  abbiamo lavorato per mettere a punto un programma di interventi al fine di dotare il Comune di sistemi e attrezzature di raccolta moderni e innovativi. Allo stesso tempo stiamo per avviare una campagna informativa rivolta ai cittadini per far sì che tutti abbiano la possibilità di intraprendere una gestione dei rifiuti consapevole e attiva, limitando il reiterarsi di quei comportamenti scorretti che comportano danni economici a svantaggio dell’intera comunità>>.

Il primo step della riorganizzazione, riguarda i residenti del centro storico, ovvero gli utenti dei servizi di raccolta domiciliare e prevede una revisione, a partire dal mese di marzo, degli orari previsti per il conferimento dei rifiuti sul suolo pubblico. Dal 18 marzo, infatti, i rifiuti potranno essere lasciati fuori dai portoni dalle ore 6 alle ore 8,30, e non più alle 9, in modo da poter ripulire le strade nel minor tempo possibile.

<<Ma la rivoluzione vera e propria – specifica l’assessora – arriverà dopo Pasqua, quando il gestore inizierà ad istallare, in alcune porzioni di territorio comunale, i cosiddetti “cassonetti intelligenti” ad accesso controllato, in linea con quanto stanno facendo altri comuni in provincia di Siena e non solo>>.

A Siena la percentuale di raccolta differenziata è di circa 40%, mentre gli obiettivi di legge fissano una quantità pari al 70% sul totale dei rifiuti. L’introduzione delle raccolte differenziate, attive da diverso tempo sul territorio, ha portato incrementi ancora troppo contenuti delle quantità e  qualità dei materiali raccolti e per questo necessita di buoni margini di miglioramento.

Tra le iniziative in programma (che prevedono anche interventi sul servizio), Sei Toscana ha avviato una campagna informativa rivolta ai cittadini in modo da informarli nel dettaglio su tutte le prossime novità.

5 Condivisioni
Post suggeriti

Leave a Comment

X