Seconda giornata di Parole in Cammino III Edizione

Domani 6 aprile avrà luogo la seconda giornata della Terza Edizione di Parole in Cammino – Festival dell’italiano e delle lingue d’Italia per la Direzione Artistica di Massimo Arcangeli, in collaborazione con Comune di Siena, Università di Siena, Università per Stranieri di Siena, Miur (Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione), Accademia dei Rozzi, Comitato di Siena della Società Dante Alighieri, Libreria Palomar, Associazione Culturale “Il Liceone”Contrada della Chiocciola.

I lavori si svolgeranno in contemporanea in città in sedi diverse anche in contemporanea e con temi differenti.

Inizieranno alle ore 9,00 presso l’Aula Magna dell’Università per Stranieri in Piazza Rosselli.

Il tema sarà LEOPARDI, LEVI, il tempo e i confini per il  coordinamento di Laura Ricci.

Aprirà i lavori il  Rettore Pierto Cataldi con una conferenza su Infinito 200.

Seguirà l’intervento di Antonella Benucci Giuseppe Trotta dal titolo ‘Con occhi diversi. Per una didattica interculturale’ in cui affronteranno l’insegnamento della lingua italiana come strumento di integrazione all’interno delle case circondariali per immigrati.

A cura di Mondadori Education, Fabio Ferri ci parlerà di Uno strumento meraviglioso. LEVI per i Post-Millennials.

Il poeta Davide Rondoni darà una sua lettura del centenario leopardiano con E come il vento. L’Infinito di LEOPARDI letto da un poeta’.

Lucio Caracciolodirettore di  Limes interverrà con Il LIMES. Attualità di un concetto strategico’

L’ingegnere e matematico, divulgatore scientifico, Roberto Vacca chiuderà i lavori con un intervento su Primo LEVI e l’umanità prossima ventura

In contemporanea si svolgeranno i lavori dell’Associazione Il Liceone presso l’ Aula Magna del Liceo Classico Enea Silvio Piccolomini. Alle 11.30 aprirà la conferenza Francesco Monticini con  Il LIBRO: La fine degli stati. Modera Marco Incardona. A seguire la Tavola Rotonda con Raffaele Ascheri, Massimiliano Bellavista, Francesco Monticini Giacomo Zanibelli su Il Posto delle LETTERE: una parola lunga un secolo. Il Liceo Classico di Siena tra vecchi e nuovi linguaggi.

Al pomeriggio la manifestazione si sposta al Rettorato dell’Università di Siena dove nell’ Aula Magna Storica, per il coordinamento Fiammetta Papi e Alessio Ricci, si affronterà il tema LEONARDO, la LUNA, i LINGUAGGI (e dintorni).

Apriranno i lavori gli Studenti dell’Istituto Enrico Fermi di Sarno (NA) con una performance in dialetto napoletano:’Dantesca. La “Commedia” in napoletano’.

Seguirà l’intervento della Prof.ssa Annalisa Nesi con La LINGUA e i mestieri: un’apertura mediterranea (ALM) che affronterà il lessico della lingua dei mestieri nell’area mediterranea.

Il Critico Letterario Andrea Cortellessa parlerà di Parole e cose. Volevamo la LUNA.

Seguirà la premiazione con il  Premio Visioni 2019 a Sergio Castellitto.

Nella seconda parte verrà affrontato il tema della Lingua di Leonardo con gli interventi del Prof. Andrea Felici su La LINGUA di Leonardo e del Prof. Marco Cursi su I LIBRI e le scritture di Leonardo, manufatti e scrittura.

Chiuderanno Yves Gallazzini e Sandro Danesi con Paesaggi (traduttivi) leopardiani.

Presso la Casa Circondariale alle ore 15.30, con Edoardo Albinati  e Gioacchino Onorati, si parlerà di Parole LIBERATE. Prove di scrittura. Introduce Sergio La Montagna.

Sempre alle 15,30 presso il Cinema Nuovo Pendola ci sarà la proiezione del film L’esodo, di Ciro Formisano. Introduce il regista.

Presso la Libreria Palomar alle ore 17.00, con il coordinamento Leonardo Luccone e l’introduzione di Massimo Marinotti, Stefano Jossa e Antonio Zoppetti affronteranno il tema de La LINGUA italiana. Bella e da difendere?

Alle 17,30 presso la sede del  Comitato di Siena della Società Dante Alighieri in via Tommaso Pendola 37, Edoardo Albinati parlerà de Il LIBRO: Cuori fanatici. Amore e ragione, per un confronto sull’eterno confilitto tra ragione e sentimento.

La manifestazione si sposta poi nella sede museale della Contrada della Chiocciola dove alle ore 18,30 avrà luogo all’interno di ‘Overtures. Incontri tra musica e cultura in Cripta’ a cura  della contrada, l’intervento di Piergiorgio OdifreddiMedia mediocri tra informazione e disinformazione’.

A fare gli onori di casa e a introdurre i lavori il Priore Maurizio Tuliani.

In questa occasione verrà assegnato il Premio Visioni 2019 a Piergiorgio Odifreddi.

Il progetto generale, ideato, realizzato e promosso dall’Associazione ‘La parola che non muore’, è pensato come un itinerario sull’italiano fra passato, presente e futuro, senza trascurare il contributo portato alla storia linguistica, sociale, culturale del nostro paese dalle tante altre “lingue” presenti sul territorio (dialetti, lingue minoritarie, linguaggi giovanili, lingue di contatto, gerghi tecnologici, ecc.), dalle maggiori lingue di cultura (con riferimento alla traduzione letteraria, alle parole “in viaggio”, alle nuove forme di “capitalismo linguistico”, ecc.), dalla comunicazione non verbale (la lingua dei segni, il linguaggio del corpo).

Il progetto, nato nel 2017, punta a fare della città di Siena il centro strutturale, organizzatore e propulsore di una manifestazione unica nel suo genere, punto di riferimento a carattere nazionale e internazionale. Anche quest’anno, come nelle scorse edizioni, saranno coinvolti festival italiani ed europei, alcuni dei quali già gemellati in un progetto culturale di “cultura in cammino”, fra cui la Festa di Scienza e Filosofia di Foligno, il Festival della Crescita di Milano, il Festival delle Lingue di Roma e Bruxelles, Il mare dentro di Porto San Giorgio (FM), ANTICOntemporaneo di Cassino e Montecassino, La paroa che non muore di Civita di Bagnoregio (VT), il Borgo dei Libri di Torrita di Siena, il Festival delle Corrispondenze di Magione (PG), il Roma Videoclip Festival e In Costiera amalfitana, le Conversazioni sul futuro e Io non l’ho interrotta di Lecce, il Festival del Pensiero di Stornarella (FG), le Feste Archimedee di Siracusa.

La manifestazione è a titolo gratuito. Saranno rilasciati attestati di partecipazione per chi fosse interessato facendone richiesta al momento.

Parole in Cammino, III Edizione, ringrazia l’ OPIFICIO TOSCANO – Concept Store di via dei Rossi 36 a Siena per la partnership. Sue le creazioni offerte per i Premi Visioni 2019 e la prima edizione del Corto in Siena 2019.

L’Opificio Toscano – Concept Store ha messo a disposizione  oggetti originali destinati come ricordo del premio e di un pezzo di storia e tradizione artigianale locale.

Da un’idea di Chiara Borghesi, con il suo blog Chiara’sTuscany (www.chiarastuscany.com),  in collaborazione con Alda Funghini Luxury di Alessandro e Lucia Ghezzi, (gioiellieri artigiani di Cortona) è nato lo spazio come laboratorio creativo dedicato all’artigianato toscano di qualità.

Il progetto ha l’obiettivo di recuperare antiche sapienze legate all’artigianato locale e la condivisione di una grande passione per la Toscana e la sua cultura attraverso i gioielli creati da Lucia Ghezzi con tecniche antiche e disegni unici, prodotti di bellezza utilizzati nelle Spa creati con formule uniche ispirate agli Etruschi, stoffe pregiate ed articoli per la casa lavorati a mano.

 “Sulle orme degli Etruschi” saranno i a laboratori creativi: esperienze pratiche su prenotazione e sarà possibile scegliere tra Workshop di Oreficeria (con tecniche ideate dagli Etruschi) e Workshop La Natura nel Cassetto ispirato alla natura ed all’antica conoscenza Etrusca delle proprietà di oli ed erbe, Dedicato a tutti gli appassionati di prodotti artigianli, erbalismo con la passione per la botanica e aromaterapia del team Essere-per-te.

Lo spazio è pensato come punto di incontro per visitatori stranieri, italiani e senesi, per conoscere al meglio la nostra storia e le sue peculiarità

DATA

6 aprile

LUOGO

Aula Magna, Università per Stranieri di Siena

INGRESSO

Gratuito

14 Condivisioni
Post suggeriti

Leave a Comment

X