Presente e futuro dell’affido familiare

Martedì 20 novembre la Biblioteca degli Intronati ospita il workshop organizzato dall’associazione Stare Fra

Presente e futuro dell’affido familiare in un convegno a Siena

SIENA. Evoluzione e nuove prospettive dell’affido familiare. È questo il titolo del convegno, in programma a Siena martedì 20 novembre. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Stare Fra con il patrocinio Regione Toscana e dai Comuni di Siena, Chiusi, Poggibonsi e Colle di Val D’Elsa, sarà ospitata nella Sala Storica della Biblioteca comunale degli Intronati, in via della Sapienza n.3 a Siena. Il workshop coinvolgerà esperti che si occupano di affidamento familiare, come assistenti sociali, avvocati, psicologi, giudici e rappresentanti delle istituzioni. Sarà un momento di riflessione e approfondimento per raccontare l’associazione nata nel 2015 per promuovere l’affido familiare e la rete sociale a tutela dei minori e dei loro diritti. Partendo proprio dall’attività e dai progetti portati avanti dall’associazione, i rappresentanti delle istituzioni, il mondo della politica e dell’associazionismo, ma anche i tecnici, gli operatori gli addetti ai lavori si confronteranno sul tema dell’affidamento, anche attraverso il racconto di case history e delle esperienze dirette di genitori e figli affidatari.

Il programma del convegno.

I lavori del convegno si apriranno alle ore 9 con la registrazione dei partecipanti e i saluti istituzionali a cura di Stefano Scaramelli, consigliere e presidente della commissione sanità Regione Toscana; Alessandro Salvi, direzione diritti di cittadinanza e coesione sociale Regione Toscana e Francesca Appolloni,assessore alla sanità del Comune di Siena. La riflessione, moderata dal giornalista Alessandro Lorenzini, entrerà nel vivo del tema dell’affido con gli interventi di Marco Chistolini, psicologo, psicoterapeuta e responsabile scientifico CIAI ed Emilia Russo, portavoce di UBI MINOR, coordinamento associativo per la tutela e la promozione dei diritti dei bambini, Regione Toscana. Affronteranno le questioni dei provvedimenti del giudice tutelare e del tribunale ordinario negli affidamenti familiari, l’analisi della legge n.184/1983 con un focus sulla figura dell’avvocato nella procedura di affido gli interventi del giudice tutelare del Tribunale di Siena Isabella Confortini e l’avvocato Francesca Andruzzi. La prima parte dei lavori si chiuderà con le parole di Cristina Pasqui, assistente sociale e coordinatore sociale della Società della Salute Senese che si concentrerà sull’analisi di cosa c’è e cosa manca nel mondo della pratica affidataria. La fotografia sull’affidamento familiare sarà arricchita dal racconto dell’esperienza diretta di genitori e figli affidatari che, grazie all’associazione Stare Fra, si sono cimentate nell’esperienza di accogliere ed essere accolti da una nuova famiglia. Le conclusioni della giornata, infine, saranno affidate a Giovanni Aggravi, presidente dell’Associazione Stare Fra.

Stare Fra: il diritto di vivere in famiglia. L’associazione culturale ‘StareFra’ promuove l’affido familiare e la rete sociale a tutela dei minori e dei loro diritti. Si tratta di una rete di volontari, che raccoglie oltre 100 iscritti e che può contare sulla collaborazione di operatori sanitari, tecnici e centri affido del territorio senese. In questi anni ci siamo dedicati alla sensibilizzazione e diffusione della conoscenza delle varie forme di affidamento familiare come risorsa affettiva e sociale a vantaggio dei minori, oltre che come forma di sostegno economico per la nostra comunità.

DATA

20 novembre

LUOGO

Biblioteca degli Intronati

INGRESSO

Gratuito

Info utili

Per tutte le informazioni sulle attività dell’associazione Stare Fra e sul convegno ‘Evoluzione e nuove prospettive dell’affido familiare’ e per scoprire le sessioni di lavoro è possibile contattare l’associazione Stare Fra, inviando una e-mail all’indirizzo e-mail starefra@gmail.com e visitare la pagina Facebook dell’Associazione Stare Fra.

0 Condivisioni
Post suggeriti

Leave a Comment

X