In edicola il terzo album di Figuriamoci Siena

Che la collezione abbia inizio!

IN EDICOLA IL TERZO ALBUM DI FIGURIAMOCI SIENA. IL PALIO

Parte del ricavato dalle vendite andrà ad arricchire il fondo delle contrade per il rinnovo delle monture

Dopo il grandissimo successo delle passate edizioni è in uscita, dedicato al Palio, FIGURIAMOCI SIENA. IL PALIO. L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Patrizi dall’assessore al Turismo Alberto Tirelli, la collega alle Politiche giovanili Clio Biondi Santi, Emiliano Muzzi presidente del Comitato Amici del Palio, Riccardo Cerpi Edizioni Il Leccio e dallo storico Giovanni Mazzini.

In distribuzione gratuita, oggi e domani 26 febbraio, acquistando il quotidiano La Nazione, ecco per tutti i senesi e gli appassionati di figurine il terzo album, editato da Il Leccio, su un’idea pienamente condivisa con il Comitato Amici del Palio e risultata, visti i risultati ottenuti, pienamente vincente.

Un successo <<molto apprezzato>>, ha evidenziato Tirelli ringraziando gli ideatori <<e sicuramente prevedibile viste le vendite riportate nelle precedenti edizioni. Ha appassionato tutti, compreso me>>. <<Forse, nel caso lo completi anche quest’anno>>, ha scherzato l’assessore <<potrò aspirare, come mi ha detto il sindaco, alla cittadinanza onoraria di questa città.  Ne sarei fiero, e questa non è una battuta>>.

Un prodotto per Biondi Santi <<capace di far divertire  e insegnare conoscenze ai ragazzi anche durante questo periodo di pandemia, quando le ore trascorse a casa sono molte di più, ma anche i non senesi che, con un diverso approccio, riescono a conoscere la storia di Siena>>.

Strutturato quasi come fosse un Numero Unico di tutte le Contrade, si apre con una parte storica che racconta per brevi capitoli l’evoluzione della Festa senese fino al secolo scorso, per poi delineare lo svolgimento del Palio attuale e terminare celebrando le vittorie più entusiasmanti di ognuna delle 17 Consorelle.

<<Attirerà sicuramente l’attenzione di un vasto pubblico – ha ribadito Muzzi – e potrà stare nella libreria di ogni senese. Nasce durante un anno, il 2020, che nessuno avrebbe immaginato di vivere a causa della pandemia da Covid-19 che, per le sue drammatiche conseguenze, ha annullato le due Carriere e tutte le Feste Titolari.

Ancora rinchiusi nell’angoscia di dover combattere un nemico invisibile, che già tanto dolore e preoccupazione ha portato in tutto il pianeta, e con la speranza che presto questa esperienza sia solo un brutto ricordo, questo album ha l’ambizione di dare gioia e conoscenza ai tanti che si cimenteranno nella collezione, cercando di trasmettere con fierezza il rispetto e l’amore per Siena>>. Rispetto alle altre edizioni <<quest’anno parte del ricavato delle vendite andrà ad arricchire il fondo di ciascuna Contrada per il rinnovo delle monture visto che l’ultimo fu effettuato nel 2000>>.

La particolarità di quest’anno è che le figurine sono state ricavate da quadri, stampe, disegni e foto d’epoca e possono essere considerate dei veri e propri “documenti” storici, perché frutto di accurate ricerche anche in archivi fotografici per raccontare il Palio attuale e le ultime cinque vittorie di tutte le Contrade.

<<Chiunque apra l’album, di cui Stefano Gentilini ne è stato il bravo curatore editoriale – ha illustrato Riccardo Cerpi –  troverà gli odori della nostra vita, troverà il sapore di quel Palio che a tutti noi sta mancando in modo ancestrale, viscerale. Due sono gli aspetti da sottolineare per questa terza raccolta: l’enorme e maniacale ricerca fotografica che è stata fatta grazie alla collaborazione con lo Studio Lensini, attingendo anche allo ‘storico’ archivio Grassi di cui Fabio e Andrea ne dispongono la fruizione e la sintesi (che in questo caso fa rima con completezza), e con cui Giovanni Mazzini è riuscito a raccontare il Palio, dalle origini all’attualità, attraversando lembi di curiosità, aneddoti e notizie che ai più risulteranno inedite. Media partner il quotidiano La Nazione che dopo la distribuzione del 25 e 26 febbraio nel proseguo regalerà alcune bustine a chi acquista il giornale>>.

L’album è impreziosito da una serie di disegni originali, realizzati espressamente da un eccellente illustratore: Riccardo Manganelli, che raffigurano alcuni momenti storici e gli stemmi delle 17 Contrade. Un bellissimo “bestiario araldico” in esclusiva per tutti coloro che si cimenteranno nella raccolta delle figurine. E come preziosa novità tra circa 3 milioni di figurine stampate ce ne sono 100 in colore oro. Ai fortunati che le troveranno andrà in premio una stampa artistica della propria Contrada, realizzata e firmata dallo stesso Manganelli.

I testi: capitoli, occhielli e didascalie, per quanto sintetici, nascono della preziosa penna dello storico Giovanni Mazzini. <<Frutto – come dice lui stesso – delle più recenti ricerche di storia paliesca. Confidiamo che, leggendoli, avrete l’occasione di verificare, approfondire e scoprire numerose curiosità sulla storia del Palio e delle Contrade>>. Un vero e proprio racconto che tocca 4 secoli di storia: dall’evoluzione della corsa alla Festa <<usando un linguaggio – tende ad evidenziare Mazzini – in grado di catturare l’attenzione sia di appassionati collezionisti sia dei bambini. Parole che, insieme alla bella veste grafica ideata da Guido Bellini, richiamando l’impronta stilistica di Duilio Cambellotti, uno dei nomi più importanti dell’Art Noveau in Italia (1876-1960), e alle illustrazioni di Manganelli, ci auguriamo riesca a far conoscere anche aspetti meno noti>>.

Il formato, infatti, ricalca quello delle precedenti edizioni, ma la veste grafica è ancora una volta rinnovata, pur mantenendo una certa coerenza stilistica nella copertina. È una confezione di grande eleganza, che, a partire dalla scelta dei caratteri di stampa, dalla forma e dai colori delle cornici per finire alle invenzioni grafiche che scandiscono la narrazione, si ispira a uno stile artistico particolarmente appropriato per l’editoria contradaiola.

Dopo il 26 febbraio l’album sarà disponibile nelle edicole e librerie della città e dintorni al costo di 80 centesimi.

Post suggeriti

Leave a Comment

X