In Notizie, Notizia Scorrevole, Eventi, Spettacoli

Sul palco dei Rinnovati da venerdì 24 a domenica 26 novembre

La stagione 2023-2024 dei Teatri di Siena “Metaversi” torna sul palco dei Rinnovati il 24, 25 e 26 novembre con “La locandiera” di Carlo Goldoni, produzione Teatro Stabile dell’Umbria. Protagonista sarà Sonia Bergamasco con la regia di Antonio Latella.

La storia. Mirandolina, interpretata da Sonia Bergamasco, gestisce la locanda ereditata dal padre insieme al fedele Fabrizio, cui è legata da una promessa di matrimonio fatta al padre stesso prima che morisse. Nella sua locanda due clienti, il Conte d’Albafiorita e il Marchese di Forlipopoli, entrambi innamorati di lei, si contendono le sue attenzioni, usando le armi che hanno a disposizione: i soldi uno e il titolo nobiliare l’altro. La donna però riesce con intelligenza e superiorità ad arginare i corteggiamenti, consentendosi di tanto in tanto (quando i limiti della convenienza lo consentono) di ricavarne anche qualche piccolo dono. Di fronte alla misoginia del Cavaliere di Ripafratta, altro cliente della locanda, che dichiara con forza il suo disprezzo verso le donne, Mirandolina si sente sfidata nel suo potere di seduzione e decide di mettere in atto un piano per farlo capitolare. Tra equivoci e inganni, arricchiti e movimentati anche dall’arrivo in locanda delle due attrici Ortensia e Dejanira, Mirandolina riesce nell’intento di far innamorare il Cavaliere, che però, poi, perde la testa diventando pericoloso. La quiete si ristabilisce quando Mirandolina accetta di sposare Fabrizio, mettendo fine quindi alle pretese di tutti gli altri corteggiatori. Ma come in altre opere goldoniane la fine degli intrighi porta con sé un’ombra di malinconia.

Il regista. “Nel testo goldoniano il tema dell’eredità è il punto cardine di tutto – spiega il regista Antonio Latella – Mirandolina seduta sul letto di morte del padre riceve in eredità la Locanda, ma anche l’ordine di sposarsi con Fabrizio, il primo servitore della Locanda. In questo credo che ci sia una inconsapevole identificazione del padre con il servo, come erede virtuale in quanto maschio”. “Credo che Goldoni con questo testo abbia fatto un gesto artistico potente ed estremo, un gesto di sconvolgente contemporaneità: innanzitutto siamo davanti al primo testo italiano con protagonista una donna – aggiunge Latella – Ma Goldoni va oltre, scardina ogni tipo di meccanismo, eleva una donna formalmente a servizio dei suoi clienti a donna capace di sconfiggere tutto l’universo maschile, soprattutto una donna che annienta con la sua abilità tutta l’aristocrazia”.

Appuntamento con “La locandiera” venerdì 24 novembre ore 21, sabato 25 novembre ore 21 e domenica 26 novembre ore 17.

Biglietti. I biglietti sono acquistabili on line sul sito dei Teatri di Siena (www.teatridisiena.it) oppure alla biglietteria del Teatro dei Rinnovati dal martedì alla domenica dalle 14 alle 19 (dal 7 novembre 2023 al 7 aprile 2024).

Incontro con il pubblico. L’incontro con il pubblico si terrà sabato 25 novembre alle ore 18presso la caffetteria del foyer del Teatro dei Rinnovati. L’incontro è gratuito, per prenotarsi: comunicazione@teatridisiena.it

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X