PRESENTATA LA CARTINA UFFICIALE DEL TRATTO SENESE DELLA VIA FRANCIGENA

L’assessore al Turismo e Commercio Alberto Tirelli ha presentato questa mattina la cartina ufficiale dell’intero tratto senese della Via Francigena, da S. Gimignano a S. Casciano dei Bagni, realizzata in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene. Presenti all’appuntamento il presidente dell’Acquedotto del Fiora Roberto Renai, il consigliere comunale del Comune di Abbadia S. Salvatore Massimo Sabatini, Erika Formichi consigliere comunale di Castiglione d’Orcia, Eraldo Ammannati delegato dal Comune di Monteriggioni, il sindaco di Radicofani Francesco Fabbrizzi, Elisabetta Borgogni vicesindaco di Buonconvento e Luca Lozzi presidente del gruppo Trekking Senese.

A corredo della mappa tutta una serie di informazioni tecniche relative, tra l’altro, alle tappe, ai dislivelli ed ai servizi offerti al camminatore. Come ha spiegato l’assessore <<Si tratta di un intervento finanziato dal Comune di Siena con risorse proprie, ma con la collaborazione fattiva di tutti i Comuni della gestione associata, per la valorizzazione dei rispettivi territori>>. La cartina, in lingua italiana e inglese, tirata inizialmente in 6.000 esemplari, sarà venduta negli uffici di informazione turistica al costo di un euro.

Il secondo prodotto editoriale presentato è stato il ricco opuscolo “La Francigena dentro Siena. Storia, arte e curiosità per il viandante del XXI secolo” con i testi realizzati internamente al Comune da Maria Antonietta Peccianti. Stampato in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo, con una tiratura iniziale di 20.000 copie sarà distribuito gratuitamente negli uffici di informazione turistica di Siena e dei Comuni che ne faranno richiesta.

<<Una mini guida – come ha detto Tirelli – estremamente agevole nella consultazione, in grado di innescare nel pellegrino e nel turista suggestioni e curiosità nel vedere e conoscere particolari storici, urbanistici e architettonici, ma anche leggende e personaggi che hanno lasciato tracce indelebili sul nostro territorio>>.

Iniziando il percorso con l’ingresso da Porta Camollia il visitatore percorrerà il tracciato dell’antica Via all’interno del centro storico di Siena scoprendo spazi, palazzi, chiese carichi di arte e storia per giungere, poi, in Piazza Duomo e immergersi nelle meraviglie offerte dalla Cattedrale, del Museo dell’Opera del Duomo e dal Complesso museale S. Maria della Scala. Altrettanto affascinante il percorso  di ritorno da via dei Fusari per vedere innumerevoli siti di grande interesse come il Palazzo del Magnifico, Piazza del Campo, Palazzo Piccolomini fino al tratto finale della Francigena: via Roma.

Durante la conferenza l’assessore Alberto Tirelli ha inoltre illustrato quanto emerso dal

secondo monitoraggio dell’itinerario effettuato dall’Associazione Trekking Senese, tra gli organizzatori della World Francigena Ultramarathon, in programma il prossimo 10-11 ottobre. <<Il monitoraggio 2019, il primo ad essere effettuato con questa nuova metodologia, si è infatti dimostrato uno strumento di grande utilità, che ha permesso, grazie alla collaborazione fattiva delle associazioni di volontariato, di avere una fotografia reale dello stato dell’itinerario e di programmare i necessari interventi di manutenzione>>.

Tra il 2019 e l’inizio del 2020 il Comune di Siena ha così coordinato oltre 100.000 euro di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sulla Via Francigena senese, interamente finanziati dalla Regione Toscana  che hanno permesso, oltre al taglio dell’erba e al ripristino di diversi sentieri, la manutenzione delle aree di sosta e dei fontanelli a Buonconvento, San Quirico d’Orcia e Radicofani, la sistemazione del Ponte del Peruzzi a Castiglione d’Orcia e del Ponte Butatto a Radicofani, la riapertura della variante di Abbadia San Salvatore, la messa in sicurezza di una frana a Monteriggioni e il ripristino dei fontanelli lungo tutto l’itinerario.

Per quanto ha riguardato in particolare i fontanelli, grazie al lavoro svolto dal professionista incaricato,  P.E. Claudia Betti, ed alla collaborazione assicurata da Acquedotto del Fiora, dal Gruppo Trekking Senese e dai singoli Comuni, oggi siamo in possesso di una fotografia dello stato reale dei 27 fontanelli dislocati lungo il percorso, che risultano attivi e funzionanti.
<<Acquedotto del Fiora ha risposto con entusiasmo alle iniziative del Comune di Siena per valorizzare e migliorare la fruibilità del tratto senese della via Francigena – commenta il presidente di AdF Roberto Renai – in linea con la nostra mission aziendale: lavoriamo per il benessere della comunità e del territorio. Abbiamo collaborato in piena sinergia con l’amministrazione comunale a questo progetto, anche per offrire il nostro contributo alla ripartenza del settore turistico, messo a dura prova dall’emergenza sanitaria Covid-19. Tanto più per il turismo che questo antico percorso richiama, fatto di persone che si muovono soprattutto a piedi o in bicicletta: un turismo lento, sostenibile, e proprio la sostenibilità è uno dei pilastri su cui si basa l’agire di AdF. Inoltre, abbiamo in serbo insieme alla capogruppo Acea molte altre piacevoli soprese>>.

Allo stesso modo il monitoraggio 2020 consentirà di calibrare ulteriori 50.000 euro di interventi, finanziati dalla Regione, che sono già partiti con l’affidamento del taglio dell’erba sia in direzione nord che in direzione sud. Mentre nella seconda parte dell’anno si lavorerà sul ripristino della segnaletica.

<<Una parte importante della progettazione – ha specificato Tirelli – è quella che ha riguardato la Francigena ciclabile, per la quale stiamo completando, all’interno del nostro Comune,  l’apposizione della segnaletica e creato un itinerario specifico all’interno del centro storico, reso possibile dall’apertura, lo scorso anno, di Porta Camollia e parte di via di Città al transito ciclabile. Oggi, grazie alla nuova segnaletica turistica installata in centro storico, la Via Francigena è interamente percorribile in bici da Porta Camollia a Porta Romana>>.

Post suggeriti

Leave a Comment

X