Rette e tariffe di nidi e scuole dell’infanzia si pagheranno anche con PagoPa

L’assessore Benini: <<Tariffe invariate  e semplificazione nei pagamenti>>

Confermate dalla Giunta comunale le quote di compartecipazione a carico delle famiglie per i nidi e per il servizio di mensa nelle scuole dell’infanzia e primarie.  I provvedimenti sono stati approvati nella riunione dello scorso 27 febbraio su proposta dell’assessore ai Servizi all’Infanzia Paolo Benini e vanno a confermare per il 2020/2021 le tariffe e le agevolazioni per l’anno scolastico in corso. E’ stato inoltre previsto di agevolare le modalità di pagamento attraverso la piattaforma online PagoPa.

<<Siamo venuti incontro, economicamente,  alle esigenze delle famiglie – spiega Benini –mantenendo invariate le tariffe e dall’altro abbiamo voluto agevolarle nei pagamenti attraverso la piattaforma nazionale PagoPa. In questo modo sarà semplice e sicuro per i cittadini effettuare i versamenti e dall’altro sarà più agevole per il Comune avere chiara la situazione dei pagamenti>>.

Per quanto riguarda le tariffe la compartecipazione dei cittadini per le spese di gestione dei nidi dell’infanzia comunali per l’anno educativo 2020/2021 è rimasto tutto invariato: si va dalla fascia di esonero fino a 5.500 euro di reddito Isee a un massimo di 430 euro per il tempo pieno e 326 euro per il tempo corto. Invariato anche il costo delle quote di compartecipazione del servizio mensa nelle scuole dell’infanzia e primarie: esenzione fino a 5.500 euro di reddito Isee fino a un massimo di 6 euro a pasto per la fascia oltre 52.500,01 euro di reddito. Confermati gli sconti per le famiglie numerose del 20%, 40% e 60% rispettivamente per il secondo, terzo e quarto figlio (e ulteriori). Per le famiglie non residenti nel Comune di Siena il costo è pari a 6 euro indipendentemente dal reddito Isee. Mantenuta anche a 8 euro la quota mensile per la cassa scolastica, indipendentemente dalla fascia di reddito.

 

Post suggeriti

Leave a Comment

X